Sherrilyn Kenyon fa causa a Cassandra Clare per aver “volutamente copiato” i suoi romanzi!

L’autrice della saga fantasy dei libri dei Dark Hunters chiede il risarcimento alla sua collega con l’accusa di aver utilizzato le sue idee per la serie Shadowhunters.

Sherrilyn Kenyon ha citato in giudizio Cassandra Clare, sostenendo che la serie Mortal Instruments è “consapevolmente e volontariamente copiata” dalla sua serie Dark-Hunter.

La serie Dark Hunter risale al 1998, dice la causa; il primo libro della saga di Cassandra Clare, Città di ossa, è stato pubblicato nel 2007.

Archiviata il 5 Febbraio 2016, la causa delinea una serie di somiglianze tra le due serie.

Entrambi i libri Dark-Hunter e Shadowhunter, dice, riguardano un gruppo d’elite di guerrieri che devono proteggere il mondo degli umani da una minaccia paranormale invisibile che cerca di distruggere gli esseri umani. Aggiungendo Entrambi hanno un manuale che spiega come condurre la propria missione e come comportarsi quando si tratta di altri soggetti e specie nel mondo immaginario.

E ancora: Entrambe le serie impiegano una linea di guerrieri che proteggono il mondo normale dai demoni In entrambe le serie, un giovane entra a far parte del mondo dei Dark-Hunters (o Shadowhunters) dopo essere stato salvato da uno splendido guerriero biondo (o da un Shadowhunter) ognuno deve uccidere il proprio padre demoniaco Entrambi i dark-Hunters e Shadowhunters hanno spade incantate che sono forgiate da dio, intrise di spiriti soprannaturali, hanno nomi esclusivi, e si illuminano come il fuoco celeste“.

Il caso è stato evidenziato da Courthouse News, con la scrittrice Courtney Milan che ha ottenuto i documenti.
Milan, un ex professoressa di diritto, ha twittato ieri Sherrilyn Kenyon non ha inventato l’idea del gruppo di esseri umani che combatte il mondo sovrannaturale, e sta rivendicando la proprietà assoluta dell’idea che la maggior parte degli umani siano ciechi di fronte al mondo soprannaturale e viene dato loro un nome. Non l’ha inventato lei“.

Il novantacinque per cento di ciò che sta sostenendo riguarda personaggi, viaggi e articoli che ritroviamo nella nostra letteratura condivisa“, ha scritto su Twitter la Milan. Letteralmente entrambe le storie traggono dalla nostra storia mitologica collettiva. Ecco perché ci sono somiglianze L’idea fondamentale della protezione del copyright è che non puoi tutelare le idee, ma solo la loro espressione Se fosse così, nessuno sarebbe in grado di scrivere nulla. Mai.

 

7099 35026200 hr

 

 

Sul suo sito, Cassandra Clare scrive che l’idea per la serie Mortal Instruments le è venuta quando ha visitato un negozio di tatuaggi con un amico. Voleva mostrarmi che le sue impronte erano sul soffitto in vernice nera. In effetti, le impronte di tutti coloro che avevano lavorato erano sul soffitto. Mi sembrava una favolosa battaglia soprannaturale che era stato combattuta lì da esseri che avevano lasciato le loro impronte.
Ho iniziato a pensare a una battaglia magica in un negozio di tatuaggi di New York, e balzò subito nella mia mente l’idea di una società segreta di demoni cacciatori la cui magia è basata su un elaborato sistema di rune tatuate.

 

 

 

Traduzione e fonte: THE GUARDIAN.