“Scommettiamo che ti faccio innamorare?” di Emma Hart

Trama:

Maddie ha odiato Braden al primo sguardo. Arrogante, sbruffone, dongiovanni: esattamente ciò che detesta. Certo, è bello e sexy da morire, ha sempre due o tre ragazze che gli ronzano attorno, e chissà chi si crede di essere.
Si meriterebbe una lezione, qualcuna che lo faccia davvero innamorare. Così, quando le amiche la sfidano, Maddie accetta la scommessa: riuscirà a dargli quello che si merita? Anche Braden ha notato Maddie, e da subito: la ragazza non è niente male. Si dice che sia anche una tipa seria e con la testa sulle spalle, ma la sfida lo intriga: un mese per riuscire a portarsela a letto. In fondo, da quel punto di vista non ha mai avuto problemi.
Comincia tutto così, per scommessa. I due iniziano a frequentarsi, a studiarsi, a giocare. Poi, all’improvviso, la posta in gioco cambia: Braden non può fare a meno di provare qualcosa per la ragazza fragile che si nasconde dietro quegli occhioni verdi, e Maddie si accorge che, oltre i muscoli e ai sorrisi da seduttore, ci sono un cuore e dei sentimenti. Maddie e Braden si sono infilati in un mare di guai, perché adesso non conta più vincere o perdere. Adesso conta soltanto sentirsi vicini, essere parte l’uno dell’altro. Un romanzo ironico, vivace, travolgente, carico di sensualità e irresistibile. Il libro, primo della serie “The Game”, è balzato in testa alle classifiche del “New York Times”, facendosi notare dagli editori che si sono poi contesi all’asta l’intera serie.

 

Recensione:

Ricordo ogni tocco delle sue dita, ogni parola sussurata. Non avrei mai immaginato che tutti i miei preconcetti su di lui un giorno sarebbero crollati.
Non avrei mai creduto che avrebbe fatto crollare anche tutte le mie idee sull’amore.

 

Maddie Stevens e Braden Carter sono giovani, vivono al college e sono pieni di amici. Maddie si è lasciata alle spalle Brooklyn e i suoi problemi, pronta a guardare al futuro ma la vista di Braden, sempre attorniato da donne pronte a stendersi ai suoi piedi, fa tornare a galla ricordi scomodi che danno vita a una forte antipatia.

Da una parte le amiche, Megan, Kay e Lila, dall’altra gli amici Ryan e Aston convincono i due ragazzi a una scommessa senza che un gruppo sappia dell’altro.. senza avere idea di cosa hanno innescato.

~Maddie~
“Maddie Stevens, la tua missione è quella di giocare al suo stesso gioco: farlo innamorare” interviene Kay. Allunga una mano, Lila e Megan posano le loro sopra la sua. “Accetti?” Inspiro a fondo, tutto dentro di me grida di dire no e scappare. Ma chi la fa l’aspetti, e io odio Braden: rappresenta tutto quello che volevo lasciarmi alle spalle quando me ne sono andata da Brooklyn.
Così, anziché darmela a gambe, poso la mano sopra le loro e dico: “Accetto”.

~Braden~
“Allora?” mi chiede Ryan, dandomi un colpetto sulla testa. “Lo farai?”
“Accetto la sfida, ragazzi” rispondo, incrociando le braccia dietro la nuca. “Tra un mese a partire da oggi, Maddie Stevens si sarà innamorata di me e dormirà nel mio letto. Potete contarci.”

 

I due protagonisti si impegnano a mantenere la promessa: ha così inizio un gioco fatto di sguardi, primi appuntamenti, baci e seduzione. E se dietro la maschera da playboy di Braden ci fosse un ragazzo da amare?
Braden, d’altronde, è pronto a farsi sconvolgere dall’amore per una ragazza diversa da tutte quelle che ha mai incontrato?

~Maddie~
Braden e io scoppiamo a ridere, poi lui mi porge la mano per aiutarmi. Intreccio le dita alle sue e mi solleva, stampandomi un altro bacio sulla bocca prima di incamminarsi attraverso il parco.
Deglutisco e mi lascio guidare tenendolo per mano. Questo gioco sta raggiungendo livelli a cui non sono preparata.

~Braden~
Ci sono troppi livelli in questo gioco e non sono ancora pronto per il prossimo: quello con la grossa insegna al neon su cui c’è scritto che il gioco è finito e sta iniziando la realtà.

 

Con uno stile semplice, scorrevole Emma Hart ha dato vita a un romanzo davvero bello. La narrazione è in prima persona, alternata tra Maddie e Braden; inutile dire quanto apprezzi questa scelta perchè da modo al lettore di conoscere i pensieri di tutti e due i protaognisti con più semplicità.

La caratterizzazione è ben approfondita nonostante i personaggi non siano particolarmente complessi. Braden è un ragazzo come tutti, non ha avuto – per una volta tanto – grossi problemi durante l’adolescenza. Maddie, invece, ha perso la madre e ha lasciato a casa un fratello e un padre che non hanno ancora superato la sua perdita.
Il rapporto conflittuale con il fratello complica tutto e Maddie si ritrova al college con nuove amiche e una visione dell’amore priva di fronzoli.

“E se l’amore scattasse all’improvviso, ma la nostra mente non fosse abbastanza pronta per capirlo? E se ognuno di noi avesse un’anima gemella? Cosa accadrebbe?”
“Il mondo sarebbe un posto migliore perchè nessuno soffrirebbe” rispondo con calma. “Ma questa è un’utopia, Megs. Nel mondo reale le cose non funzianano così. Ci sono regole non scritte da rispettare. Se le violi torni indietro di un livello, se invece le rispetti la tua vita sarà perfetta. Nel nostro piano ne ho violata qualcuna per vincere il gioco.”

Un amore caldo, divertente e pieno di vita. Maddie e Braden sono una coppia esplosiva!

Scommettiamo che ti faccio innamorare?” non è intenso come altri del catalogo della casa editrice ma è un romanzo davvero frizzante, coinvolgente e leggero! Non posso non consigliarlo!

 

Un gioco finito in parità. Ma ora è iniziata un’altra partita, e questa volta la posta in gioco è molto più alta. Perchè ci sono di mezzo due cuori.

☆☆