Recensione: Carezze infuocate di Kira Sinclair

 

Trama:

Come fare per aiutare un ex Navy Seal a rilassarsi? Kennedy Duchane ha un problema: impegnata nella realizzazione di un documentario sul ritrovamento dei resti della famosa nave Chimera, scopre che la star del suo cortometraggio, Asher Reynolds, è in grado di affrontare qualsiasi avversità… tranne una telecamera. L’unico modo per mitigare l’ansia di Asher è spostare la sua attenzione dalla cinepresa… a lei!

Il sesso – bollente, intenso, senza limiti – con l’unica donna che avrebbe dovuto evitare sembra essere il solo rimedio in grado di guarirlo. Ma la relazione infuocata tra lui e Kennedy ha stravolto alcune delle sue regole, tra cui quella fondamentale: mai, mai!, andare a letto con la sorella del proprio migliore amico. Per fortuna questa pazzia non è destinata a durare: quando torneranno sulla terraferma ogni bacio, ogni carezza, ogni sussurro rimarrà un segreto custodito dal mare.

 

Recensione:

❤️❤️❤️❤️

Kennedy Duchane lavora l’agenzia Trident Diving and Salvage, agenzia specializzata in recupero di relitti, creata dal fratello Jackson e dai suoi due amici Asher e Knox. I tre ex Navy Seal, dopo il congedo, si sono lanciati in una nuova avventura e Kennedy, fresca di laurea, lavora per loro e ora è intenzionata a dirigere un documentario sul recupero della Chimera, una nave della Guerra Civile scoperta nel Mar dei Caraibi.

Poiché il fratello è occupato in un’altra importante missione e Knox è ammalato, non le resta che chiedere l’aiuto di Asher per fare da voce al documentario, con grande scontento da tutte e due le parti.
Sì, perché se Kennedy non ama passare del tempo con l’irritante Asher, l’ex Navy Seal, a sua volta, è un uomo avverso alle telecamere.

Nonostante le reciproche reticenze, Asher e Kennedy si trovano sulla stessa nave nel mezzo del Mar dei Caraibi dove saranno costretti ad avvicinarsi e le difficoltà di Asher con le telecamere costringeranno Kennedy a trovare modi sempre più stuzzicanti per distrarre il sexy navy seal.

Inauguro la mia rubrica Harmony, con un romanzo molto carino e sensuale. 

Come i tanti Harmony che ho letto in passato, “Carezze infuocate” incentra la sua storia sulla passione e la sensualità ma senza concedere uno scorcio “umano” ai due protagonisti.
Asher Reynolds, più che la sua co-protagonista, è il personaggio più sfaccettato perché è un uomo che ha sofferto molto per la morte del padre militare e il successivo abbandono della madre.
Abbandono che ha influito molto sulla sua vita sentimentale: la società Trident Diving and Salvage e i suoi due amici Knox e Jackson sono tutto ciò che ha.
Per questo motivo quando i sentimenti che da tempo prova verso Kennedy diventano sempre più impellenti ha difficoltà a lasciarsi coinvolgere: prima di tutto perché è la sorella del suo migliore amico e poi perché la paura dell’abbandono ha ancora la capacità di paralizzarlo.

Più di ogni altra cosa al momento aveva bisogno della sua calma, del suo modo di affrontare i problemi con razionalità. Della rassicurazione che tutto sarebbe andato bene. Che l’uomo che aveva appena tentato di salvare non sarebbe morto. Aveva visto troppe morti nella sua vita.
Ma proprio quel bisogno di averla vicino, una debolezza che lo lasciava vulnerabile, lo costrinse a non muoversi. A non girare i tacchi e andarsene.
Non voleva aver bisogno di Kennedy. Non poteva permettersi il lusso di farsi coinvolgere con qualsiasi donna ma specialmente con lei.

Ammetto che ho voluto leggerlo per la copertina così “accattivante” ma è stata una buona scelta perché è un romanzo davvero molto carino: passione, sensualità e amore in un miscuglio davvero coinvolgente!