Recensione: Bossman di Vi Keeland

.

Buongiorno muffin con cuore di cioccolato al latte,

oggi festeggiamo l’uscita in versione econmica di “Bossman“!

Chase e Reese accompagnano in libreria i due nuovi romanzi di Vi Keeland..

“The Player” e “Beautiful Mistake”, ve ne parlerò presto!

Ma intanto andiamo al principio…

(Non sono legati però letto uno li vorrete tutti!)

Trama

È durante il peggior appuntamento della sua vita che Reese incontra Chase Parker per caso: affascinante, brillante e sfacciato quel tanto che basta. L’attrazione è immediata. E destinata a riaccendersi un mese più tardi, quando Reese, cambiato lavoro, ritrova Chase in veste di suo capo. l due finiscono per lavorare fianco a fianco, ogni giorno, e, nonostante le resistenze iniziali di Reese, cedono alla tentazione di una relazione segreta. Ben presto però si rendono conto che tra di loro non è solo una questione di chimica. C’è qualcosa di più. Ma il loro passato è lì, pronto a minacciare tutto prima ancora che cominci…

Recensione

5/5 _ Eccellente

Durante l’appuntamento più noioso della storia, Reese si precipita a chiamare la sua migliore amica per farsi trarre in salvo e, dopo aver implorato l’amica senza successo, incrocia lo sguardo e le taglienti parole di Chase Parker.
Chase, tremendamente incuriosito, decide di correre in aiuto di Reese e con una buona dose di facciatosta e bravura a inventarsi grandi storie si accomoda al tavolo di Reese con la sua accompanatrice, permettendole così di superare la serata incolume.

Le probabilità di imbattermi in lui una seconda volta in quell’enorme città erano più o meno le stesse di essere colpiti da un fulmine.
Poco meno di una settimana dopo avrei scoperto che a volte i fulmini colpiscono due volte.

Dopo due imbarazzanti incontri, Reese trova difficile non pensare a Chase e al suo enorme fascino e il nuovo lavoro presso la Parker Industries minaccia di sconvolgerle la vita quando scopre che il suo capo è niente meno che l’affascinante e arrogante uomo che affolla i suoi pensieri da settimane.
Chase, d’altro canto, non ha dubbi: vuole Reese, in ogni modo possibile, ed è sicuro di farla capitolare prima o poi; Reese, invece, subisce il fascino di Chase ma dopo una brutta esperienza lavorativa non vuole mischiare le due vite e tenterà di tutto per resistere al boss.
 
“Anch’io sono molto creativo quando mi metto a letto e spengo la luce. Magari qualche volta dovremmo provarci insieme. Probabilmente i risultati sarebbero strabilianti, due volte creativi e tutto quanto.”
Scossi la testa ma sorrisi divertita. “Sei un incubo delle Risorse Umane. Scommetto che Samantha se lo suda lo stipendio.”
“In realtà di solito non lo sono. È che tu continui a provarci con me e io non posso fare a meno di reagire. È inappropriato, cosiderando che sono il tuo capo.”
Strabuzzai gli occhi. “Io non ci provo con te! Sei tu quello..”
“Rilassati, sto scherzando. Non lo trovo affatto inappropriato. Continua pure.”
 
Con un perfetto equilibrio tra sensualità, amore e ironia, “Bossman” è stata una lettura che mi ha fatto ridere, sospirare – come le migliori storie d’amore – e anche un po’ commuovere. 
Nascosto dietro la patina di un romance fresco e divertente, si nascondono anche gli animi profondi e feriti dei protagonisti che hanno dato un gusto unico e particolare all’intero romanzo.
 
I dialoghi così corti, diretti e divertenti sono sicuramente una delle qualità dell’autrice che è riuscita a farmi sorridere spesso di fronte ai battibecchi di Chase e Reese.
 
Un romanzo intrigante, mai banale, frizzante e allo stesso tempo profondo, Vi Keeland è un’autrice che merita di essere letta da tutte voi amanti del romance! Non ve ne pentirete affatto e la vita d’ufficio non sarà più la stessa, fidatevi! 
.
Trovate tutte le altre recensioni delle mie colleghe blogger qui:

Red Kedi

Aria’s Wild

Bookspedia

Il colore dei libri

L’universo dei libri

Esmeralda viaggi e libri

Le recensioni della libraia