Recensione: Amore senza limite di Jay Crownover

 

Trama:

Sayer Cole e Zeb Fuller non potrebbero essere più diversi tra loro. Lei è un tipo da country club e ristoranti esclusivi, lui ha un passato da galeotto; lei passa le sue giornate a dibattere in tribunale, lui si sporca le mani nella sua impresa edile; lei è pura seta, lui è ruvido denim. Eppure, non appena Zeb posa gli occhi su quella bionda regina di ghiaccio, decide che deve averla a qualsiasi costo. Nonostante l’evidente attrazione reciproca, Sayer però respinge ogni tentativo di seduzione, incapace di credere che un uomo così istintivo e virile possa interessarsi a una maniaca del controllo come lei. Ma quando Zeb ha bisogno della sua abilità di avvocato per sciogliere un nodo doloroso del passato, Sayer accetta di aiutarlo. E mentre lottano insieme in una battaglia che coinvolge il loro futuro e molto di più, lei capisce che solo il calore di quell’uomo potrà sciogliere la gelida gabbia che la tiene prigioniera.

 

Recensione:

❤❤❤❤❤

“Sei arrivata a riva?”
“Vedo la riva, e continuerò a nuotare, però ti ho raggiunto ed era verso di te che mi stavo dirigendo, fin da quando ci siamo incontrati per la prima volta.”
“Ti tengo, Sayer.”

Sayer Cole si è da poco trasferita a Denver per conoscere il suo fratellastro Rowdy e ha trovato una famiglia che l’ha accolta a braccia aperte. Per chi non avesse ancora letto la serie Tattoo – precedente a questa “Saints of Denver” – Rowdy è uno dei più bravi tatuatori della città e insieme ai suoi migliori amici gestisce due negozi di tatuaggi.

Ed è proprio durante una serata con Rowdy e i suoi amici che conosce anche Zeb Fuller, un costruttore che ama anche restaurare vecchie case e questa sarà proprio la scusa che inizialmente li unirà.
Già nei libri della serie Tattoo, infatti, abbiamo intravisto questo incontro e si avvertiva la chimica tra i due personaggi: Zeb ne è subito attratto e Sayer, una donna vissuta con un padre despota e autoritario, fatica a comprendere le sue avances ma ha comprato una casa che ha bisogno di un intervento professionale e si affida a Zeb.

~ Sayer
Per me il controllo era importante, e Zeb Fuller mi faceva desiderare di perderlo anche standosene pacificamente addormentato nel suo letto, dall’altra parte della città.
[..] Era stupidamente semplice: avevo una cotta di cui non riuscivo a liberarmi, e la cosa mi terrorizzava.
Mi faceva sentire disorientata, insicura, e sessualmente ero così maledettamente frustrata che avrei voluto strapparmi i lunghi capelli biondi uno per uno, solo per potermi distrarre.

~Zeb
Quando le raccontai che la mia specialità era recuperare vecchie case e dare loro una nuova vita, i suoi occhi si illuminarono. Avrei voluto toccarla per vedere se era morbida e liscia come sembrava. Avrei voluto lasciare le mie tracce sul suo viso perfetto, per dimostrare che l’avevo toccata, che mi aveva permesso di toccarla. Fu una reazione viscerale, istintiva, che non riuscivo a spiegarmi, eppure mi piaceva. Mi piaceva sentire il peso di quell’istinto scorrermi nel sangue, anche se sapevo che era molto improbabile che fosse reciproco.

Quando il passato bussa alla porta di Zeb con una sorpresa sconvolgente, Sayer è pronta ad aiutarlo in qualunque modo e le distanze si assotigliano sempre di più ma la strada verso la felicità sarà tutta in salita.

“Ci sono ferite così profonde, che toccano parti così fondamentalidi noi stessi che non guariscono mai, Rowdy. Non fanno altro che sanguinare, infettarsi e lasciare uscire un sacco di cose sgradevoli da cui non ci si può liberare.”

“Ti sbagli, e sai come faccio a saperlo? Perché prima la pensavo come te. Avevo il cuore spezzato, ed ero sicuro che non ci fosse modo di ripararlo. Mi ero fissato su quello che credevo di aver sempre voluto, invece di pensare a ciò che meritavo. Se una ferita è profonda, tanto da sentirla fino in fondo alle ossa, finisci per abituarti al dolore, ti diventa così familiare e comodo che non sai più farne a meno. Ma poi arriva qualcuno che ti vede soffrire, e sta male al vederti prigioniero di quel dolore. Le tue ferite la feriscono, e subito capisci che, anche se non riuscivi a guarirti da solo, anche se davvero sei ormai immune al dolore, con quella persona, per lei puoi impegnarti a stare meglio, perché ti fa capire che non devi cedere a un’abitudine, a una comodità che rimane terribile anche se la conosci così bene. Devi solo incontrare la persona giusta, per capirlo. Soltanto Salem è riuscita a rimettere insieme i pezzi del mio cuore, e ha dovuto penare per ritrovare il posto giusto di ciascuno di quei pezzi. Lei mi ha guarito, non solo per me ma anche per se stessa.”

 

Amore senza limite” per me è stata la scintilla che mi ha fatto prendere in mano anche la serie tattoo e ne sono rimasta entusiasta!

La narrazione è in prima persona, intervallata tra Zeb e Sayer – e per chi mi conosce sa che è una caratteristica che amo da impazzire.

La caratterizzazione è, come sempre, ben fatta: i due protagonisti sono ben delineati, hanno un passato che li segna nel profondo e combattendo per se stessi e il loro amore sapranno costruire delle basi per il futuro.
Sayer è cresciuta in un ambiente freddo, la madre si è suicidata quando era piccola e il padre non le hai mai donato affetto e men che meno considerazione di alcun tipo.

Prima ancora di poter camminare avevo imparato che mostrare una qualunque emozione era un segno di debolezza, un difetto gravissimo che avrebbe portato solo lacrime, e mi avrebbe ridotto a una sagoma piegata e singhiozzante mentre il vincitore torreggiava su di me, con un’espressione di pietà e disgusto dipinta sul viso.

D’altra parte, Zeb con il suo passato da ex detenuto non si fermerà tanto facilmente di fronte ai muri che Sayer si è eretta intorno e tenterà in ogni modo di conquistarla e farla stare bene.

Io vedevo benissimo quello che c’era dietro la perfetta facciata che le piaceva mostrare al mondo, e non era nulla di spaventoso. Qualche segno di logoramento, anche se riguardava il cuore e l’anima di una persona, non era un motivo sufficiente per allontanarmi da quello che poteva essere il progetto di restauro più importante della mia vita.

 

Se non avete ancora letto la precedente serie e lo spin off “Amore senza paura” recuperateli perchè entrerete in un mondo fatto di amore, amicizia e passioni; vi commuoverete, ridere e rimarrete conquistati da queste storie così meravigliose!

Correte a recuperare la lettura di “Amore senza limite“, perchè tra non molto avremo tra le mani “Amore senza regole” e io non vedo l’oraaa!