Recensione: Legami eterni di Rosa Pezzuto

Trama:

Alisia Archer, trasformata in una singolare e sconosciuta creatura, è ormai un membro dell’Alleanza a tutti gli effetti. Aitan le è vicino come compagno di caccia e di vita, ignorando la diffidenza dei cacciatori che lo vorrebbero ancora sotto sigillo, e il rancore dei vampiri guardiani. Una nuova minaccia induce l’Alleanza a una riluttante collaborazione con il Consiglio dei vampiri il cui capo, il potente ed enigmatico Purosangue millenario Wulfric, sembra molto interessato alla nuova entità in cui si è trasformata Alisia. La caccia al mostro, che sta mietendo vittime tra umani e vampiri, costringerà Alisia e Aitan a fare squadra con la figlia di Wulfric, Morrigan, e con l’odiato Raul, nemico di sempre. Mentre Raul è alle prese con la bella Morrigan, determinata a salvarlo da se stesso, Alisia dovrà fare i conti con un nuovo segreto e con la consapevolezza che non tutto è come sembra, giungendo a dover prendere una decisione che garantisca la sua salvezza e quella del vampiro che ama.

 

Recensione:

❤️❤️❤️❤️❤️

Avrebbe potuto rimproverarlo ma non lo fece. Era una delle cose che più amava di lei: sapeva com’era fatto. Sapeva che la sua natura violenta non lo avrebbe mai abbandonato del tutto, eppure lo amava in modo incondizionato, senza cercare di forzarlo a cambiare. Ma in fondo era cambiato. Per Alisia Archer avrebbe fatto qualsiasi cosa.

Alisia Archer è diventata una strana creatura, un vampiro diverso da tutti gli altri e molto potente. La sua vita prosegue con il vampiro Aitan: di giorno dirige la sua impresa di famiglia e di notte sorveglia la città con il suo compagno.
Purtroppo, una nuova minaccia spunta dalle tenebre, un pericolo che obbliga l’Alleanza a creare una nuova collaborazione proprio con il Consiglio dei vampiri. Insieme formano una squadra speciale capitanata da Morrigan, figlia del capo supremo dei vampiri, Alisia, Aitan e Raul, il vampiro che aveva rapito Alisia in “Legami di sangue”.
Raul dovrà affrontare le emozioni contrastanti e nuove che gli procura la vicinanza di Morrigan e la caccia al mostro li porterà a scoprire l’esistenza di nuovi artefatti, segreti di famiglia e tradimenti.

Le prese il volto tra le mani e la guardò dritto negli occhi. “L’unica cosa che m’interessa sei tu, Alisia. Se per proteggerti dovessi mandare all’inferno tutto e tutti, lo farei, lo capisci? [..] Questo tuo maledetto buon cuore ti farà ammazzare, un giorno di questi, maledizione!”
“Ma è anche uno dei motivi per cui mi ami, giusto? Allora me lo terrò, questo buon cuore, anche se dovesse portarmi alla tomba.”
Aitan la strinse forte a sé, talmente forte da farle male. Ma a lei non importava, ricambiò il suo abbraccio lasciando che si calmasse. In fondo aveva ragione. Ogni giorno che passava il vento portava sentore di sventure. Prima o poi qualcosa di brutto sarebbe accaduto, lo sapeva. A quel punto avrebbe lottato con tutte le sue forze per restare al fianco di Aitan.

 

Rosa Pezzuto ha uno stile semplice e diretto, una narrazione in terza persona con diversi cambi di pov. Si avverte la crescita stilistica dell’autrice che sommato alla bellezza della storia in sé fa di “Legami eterni” un romanzo davvero bello.

I personaggi sono ben caratterizzati e vengono approfondite due figure molto importanti: Raul e Aitan. Il compagno di Alisia risulta agli occhi del lettore quasi più umano, innamorato, protettivo e insensibile a tutto ciò che non riguarda la sua amata.
Raul, invece, passa dalla figura di “nemico” a quella di “alleato” e per il lettore da “cattivo” a “buono”, un uomo che ha subito delle perdite nel suo passato, incapace di riconoscere le emozioni che prova; capirà, grazie a Morrigan, che quella per Alisia era solo un’ossessione senza senso e che amare una donna è quando faresti di tutto per lei, perché la sua felicità è la tua.

Quella vampira lo desiderava sul serio e non era solo qualcosa di puramente fisico. Lei cercava IL legame con lui. Cosa a cui non aveva mai pensato davvero fino a quel momento. E il modo in cui si unì a lui, mentre il sole inondava il mondo fuori della sua maledetta luce, lo fece sentire amato per la prima volta dopo secoli.

Legami eterni” è, in conclusione, una storia piena di azione, battaglie, tradimenti e scontri d’amore.

Un romanzo coinvolgente che fa da seguito a “Legami di sangue”, altro bellissimo romanzo dell’autrice pugliese.

Per gli amanti dell’urban fantasy è un romanzo da non perdere!

 

Aitan le mise un braccio intorno alle spalle e l’avvicinò a sé, cercando le sue labbra. Sarebbe andato tutto bene, pensò, mentre la prendeva tra le braccia e la conduceva nei sotterranei; il sole stava per sorgere. Sì, sarebbe andato tutto bene.