“Le fragili attese” di Mattia Signorini

16 APRILE

La Pensione Palomar sembra un posto fuori dal tempo. E’ un vecchio stabile a due piani nel quartiere periferico di una grande citt. Italo, il proprietario, dopo una vita intera trascorsa dietro al bancone, ha deciso di chiudere. Ha gi fissato una data: il 26 novembre del 1999. Tra quelle mura ha nascosto tutti i suoi ricordi, e passa il tempo leggendo vecchie lettere damore scritte da una ragazza negli anni 50. C una cosa che accomuna gli ospiti della Pensione Palomar: sembra che l ci finisca solo chi ha perso qualcosa di importante. Tutti, ai margini di un mondo che corre troppo veloce, tutti in attesa di qualcosa, fermi al binario di una stazione abbandonata. Dovranno trovare il treno che li porter.

Pagine
Euro17,00