In libreria: 4 Ottobre

4 OTTOBRE

Ho taciuto di Mathieu Menegaux

“Spiegare, sì, è così, è ora di dire la verità, tutta la verità, nient’altro che la verità”

Una buia sera invernale, Claire Beyle è vittima di un crimine odioso che sconvolgerà la sua vita. Incapace di reagire di fronte all’orrore, sceglie di portare da sola un fardello insostenibile, barricandosi dietro a un silenzio assordante e finendo per commettere l’irreparabile.

Rinchiusa nel carcere femminile di Fresnes e oppressa dal senso di colpa, alla vigilia del verdetto Claire decide finalmente di uscire dal suo mutismo e spiegare al marito Antoine e ai giudici il motivo per cui fino a quel momento ha taciuto. Una tragedia moderna dal nucleo dostoevskiano, narrata da una penna impietosa, fluida ed efficace.

Pagine 144
Euro 15,00

Traduzione: F. Ascari

~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~ ○ ~

Darke di Rick Gekoski

“Un libro straordinario che ha due padri, Kingsley Amis e Dante.”
Sebastian Barry

“Sono rimasto stregato e affascinato dalla rivelazione di questa vivacissima personalità. Da questo, e dal fatto che non sono riuscito a smettere di leggere. Gekoski mette insieme le parole con un tocco sicuro e con profonda abilità.”
Philip Pullman

“Un libro relativamente breve, denso di più sapienza, bile, spirito e tenerezza di quanta molti scrittori ne sappiano creare in una vita intera. James Darke è un eroe problematico ed eterno quanto Re Lear o Ih-Oh. E Gekoski è un tardivo romanziere di genio, che dimostra che non è mai troppo tardi per avviare una carriera splendente.”
Times

James Darke, ex insegnante, avido e attento lettore, da un po’ di tempo non ha occupazioni, solo preoccupazioni. Si barrica in casa, non vuole vedere nessuno, odia tutti, compresa la domestica dell’Est che dovrebbe aiutarlo a mantenere un minimo di dignità, con la quale ingaggia un braccio di ferro letterario divertente da leggere ma terribile da vivere. Perché si comporta così? Perché respinge anche la figlia, ne ignora le lettere e gli appelli? Perché sembra detestare la vita? La risposta è nella perdita recente della moglie, una donna sarcastica fino alla ferocia che gli ha riempito la vita di divertimento e leggerezza. Ora Darke vede e sente tutto così pesante che sta per andare a fondo. Sarà un nipotino da iniziare alle gioie del calcio a riportarlo alla luce e a fargli ammettere quello che in fondo sa: che abbiamo tutti bisogno degli altri per farci condonare quello che siamo e che abbiamo fatto.

Pagine 336
Euro 18,00

Traduzione: C. Codecà