“Il parrucchiere di Auschwitz” di ric Paradisi

10 SETTEMBRE

Roma 1943. Maurizio, ebreo, vive nel ghetto dove lavora nella bottega di parrucchiere dei suoi genitori. Qui incontra Alba, una giovane militante della Resistenza partigiana. I due ragazzi si innamorano, ma linasprirsi della persecuzione razziale interrompe il loro rapporto, separandoli. Deportato ad Auschwitz, Maurizio riesce a salvarsi proprio grazie al suo mestiere, e diventa il parrucchiere del campo di concentramento. Di lei perde le tracce: gli rimane solo il ricordo del biondo particolare dei suoi capelli e un ritratto su un foglio spiegazzato, che il ragazzo conserva gelosamente, a testimonianza di un amore infinito interrotto troppo presto. La Storia avanza, calpesta e distrugge le vite e Alba sembra inghiottita dalla crudelt degli uomini Sopravvissuto alla guerra, Maurizio emigra in Argentina e ricostruisce la sua vita. Ma il richiamo della vendetta troppo forte e niente riesce a distoglierlo da un interrogativo che sembra distruggerlo: cosa sarebbe stato della sua vita se avesse potuto vivere il suo sogno damore insieme ad Alba? Un romanzo che racconta lorrore della Shoah attraverso la delicatezza di una storia damore e che ci regala due protagonisti indimenticabili.

Pagine 208
Euro 14,90

Traduzione: Federica Di Lella & Maria Laura Vanorio