“Il bambino che leggeva il Corano” di Ali Eteraz

29 GENNAIO

Ispirato a una storia vera

Un interessante squarcio d’Islam scritto da chi lo ha vissuto e lo vive dal di dentro.
Il Venerd di Repubblica

Abir Ul Islam nato in un povero villaggio del Pakistan.
Il suo nome significa profumo dellIslam e porta con s l’antica promessa fatta da suo padre ad Allah: Mio figlio sar capo e servitore dell’Islam, il suo compito sar diffondere l’Islam come una meravigliosa fragranza. Entrato in una severa scuola coranica, Abir riceve un’inflessibile educazione religiosa: ore e ore di studio e sacrificio, cieca obbedienza, rinunce e orrore del peccato. Tra le strade di fango del villaggio risuona il canto degli studenti, i versi del Corano ripetuti come una nenia ossessiva Finch un giorno, anni dopo, la famiglia di Abir lascia il Pakistan per trasferirsi a New York e qui, nella terra dell’11 settembre, il ragazzo cresciuto nella polvere trover la libert. Ma scoprir che dovr confrontarsi con se stesso e la propria cultura per diventare davvero un uomo libero.

Pagine 288
Euro 9,90