Blog Tour “Tutta colpa di un fulmine” di Arianna Leoni ∼ I personaggi

.

Buongiorno cupcakes del mio cuore,

oggi parliamo di “Tutta colpa di un fulmine” di Arianna Leoni.

Questa è la seconda tappa del blog tour dedicato al romanzo

e vi presento i protagonisti:

VIRGINIA & LEON!

Trama

Virginia pensa che i maschi siano creature maleodoranti che ascoltano musica trash, studiano il minimo e alle ragazze fanno complimenti romantici come il morbillo. Suo fratello gemello Leon pensa che le femmine siano secchione, perfettine, frignone e divertenti come una verifica a sorpresa. Ma cosa sanno davvero i ragazzi delle ragazze e viceversa? A causa di un fulmine Virginia e Leon si ritrovano l’uno nel corpo dell’altra. Brufoli compresi. Virginia teme che il nuovo Leon possa rovinarle la media scolastica e Leon è costretto a una sessione di shopping (con tanto di sfilata!), prima di convincersi che maschi e femmine non sono poi così diversi. Ma, anzi, hanno tante cose da dirsi…

Virgnia e Leon hanno tredici anni, sono gemelli ma a differenza di ciò che potremmo pensare su un idilliaco rapporto tra gemelli con un feeling particolare, in questo caso i due protagonisti si odiano in tutto e per tutto. Sono come il giorno e la notte e per questo si scontrano sempre.

Conosciamoli meglio:

VIRGINIA

Virginia è una ragazza molto studiosa, rigida, seriosa e un po’ paranoica. Come tutte le ragazze di quest’età, è insicura e non si sente a suo agio con il proprio fisico e pensa che i maschi siano solo degli scemi da cui star lontana. Non comprende neanche la terribile cotta che la sua migliore amica Adelaide ha per il fratello gemello Leon.

∼Virginia
I maschi fanno schifo.
Puzzano, sono rozzi e volgari. E incredibilmente stupidi. Lo so, perché vivo con uno di loro da tredici anni: il mio fratello gemello Leon.

È anche la cocca della mamma, non crea mai problemi, le piace studiare e avere una media alta a scuola. Ed è proprio a scuola che si svolgerà quasi tutto il romanzo: in questo luogo neutrale, ci sarà una battaglia a suon di figuracce tra lei e Leon e, soprattutto, la ragazza più popolare – e cattiva – della scuola, Eva.

∼Leon
Mia sorella ha il senso dell’umorismo di un tappetino da bagno e la capacità di rilassarsi… che ne so… di una pigna secca, ecco.
E il senso di solidarietà di un serpente a sonagli. Morso da una vipera.
Idrofoba.
Che non so cosa significhi, ma l’ho sentito dire e mi suona come qualcosa di davvero cattivo.

LEON

Leon è il tipico tredicenne: pensa alle ragazze con un misto di desiderio e fastidio, è un po’ imbranato e brufoloso, gli piace giocare ai videogiochi e uscire con gli amici, mangia schifezze e la sua camera è una giungla puzzolente.

Allo stesso tempo, è chiaro sin da subito che Leon è anche il burlone della casa, l’opposto di Virginia: è spiritoso (nel bene e nel male), si crede poco intelligente, non gli piace studiare, prende spesso delle note dai professori e ama bisticciare con sua sorella.

∼Leon
Le femmine sono insopportabili.
Non gli va mai bene niente. Davvero. Qualunque cosa noi maschi facciamo, sbagliamo. Non siamo mai abbastanza. Abbastanza intelligenti, abbastanza carini, abbastanza puliti. Hanno sempre da ridire su quello che diciamo o come ci comportiamo, anche quando cerchiamo di essere gentili.
Per esempio, prendete mia sorella.

Quando il fulmine li colpisce, come per magia, si scambiano di corpo e sarà molto difficile per tutti e due vivere nel corpo e nella vita dell’altro. Inoltre, diventa l’occasione perfetta per scoprire di più sul proprio gemello e capire, finalmente, che hanno molte più cose in comune di quanto pensanssero.. Inutile dirvi che ne leggerete veramente delle belle!

Questo imprevisto, però, aiuterà Virginia ad apprezzare i lati positivi dei ragazzi e, sopratutto, le qualità di Leon.
Leon, d’altro canto, imparerà a guardare oltre le apparenze senza giudicare in partenza tutte le figure femminili della sua vita e le rivelazioni non saranno solo legate alla figura di sua sorella..

∼Leon
Però come amica non è male. È sveglia, intelligente, con la battuta pronta. Ha studiato un piano perfetto contro Eva. Un po’ stramba, magari, ma in modo simpatico. Il tizio che un giorno si metterà con lei si divertirà un sacco. 

Tutta colpa di un fulmine” è un’avventura divertente e coinvolgente che mi ha conquistata.

Non pensavo sarei più riuscita a trovare un romanzo semplice, divertente e pieno di insegnamenti importanti come “Una ragazza fuor d’acqua” – che per me è stata una delle letture più belle del 2016 – ma.. eccolo qui: bello, spiritoso e dolce, un romanzo perfetto per i giovani lettori e anche per coloro che hanno voglia di fare un tuffo nel passato.

.

.

Virginia e Leon vi stanno aspettando, scopriteli insieme a noi!

E voi che fareste se foste nei panni di..? 

.. alla prossima tappa! 

Su We Found Wonderland in Books ~ Recensione e presentazione

Qui!  ❤ ~ I personaggi

Su Everpop ~ Se fossi nei panni di..

Su Il mondo di Angelica ~ Intervista