“Mai pi come ti ho visto” di Massimo Bocchiola

10 MARZO

Tradurre, dice Massimo Bocchiola, significa inseguire le parole degli altri senza mai raggiungerle, “come un Achille che rincorra Achille”. Significa tornare alla condizione zero cui ogni volta ci riporta la lettura: che cosa vuol dirmi questo testo, perch riemerge di continuo, come posso farlo mio? Una personale riflessione sulla lettura e sulle responsabilit dello scrivere. Una specie di autobiografia che risuona delle parole di tutti gli autori tradotti, letti, interrogati nel tempo.

Read More

“La conversazione infinita” di Maurice Blanchot

10 MARZO

L’Entretien infini raccoglie testi scritti tra il 1953 e il 1965 da Maurice Blanchot e usciti solo in parte in rivista. Anche qui, come negli altri libri di Blanchot, la riflessione muove da opere, autori, studi e problemi proposti di volta in volta dall’attualit. Questi spunti o, pi propriamente, incontri appartengono spesso alla produzione letteraria (ad esempio Bonnefoy, Hoelderlin, Char, Rimbaud, Artaud e Beckett, i romantici tedeschi, Brecht, Corneille, Flaubert, Mann, Kafka e Breton), a volte sono “recensioni” di sintesi interpretativa e…

Read More

“L’invenzione delle notizie – Come il mondo conobbe se stesso” di Andrew Pettegree

10 MARZO

Gli uomini hanno sempre desiderato essere informati, anche molto tempo prima della comoda possibilit di leggere un quotidiano. Nell’era pre-industriale le notizie venivano raccolte e condivise grazie a conversazioni, pettegolezzi, cerimonie, canzoni popolari, sermoni e proclami. In seguito, con l’et della stampa, sono arrivati gli opuscoli, gli editti e i primi “fogli”, nuovi strumenti che hanno permesso alle notizie di varcare i confini nazionali, allargando esponenzialmente il loro raggio d’azione. Tra rivoluzioni, scandali, cronaca e grandi eventi, Andrew Pettegree racconta la nascita…

Read More

“Il testamento e altre poesie” di Villon Franois

10 FEBBRAIO

Poeta grandissimo dalla personalit turbolenta e misteriosa, autore di poche composizioni straordinarie, Franois Villon pu essere considerato, al contempo, erede della tradizione goliardica di Cecco Angiolieri e precursore dei poeti “maledetti” dell’Ottocento. I suoi componimenti, in cui non mancano riferimenti alla letteratura classica e alla Bibbia, raccontano storie di castigo e prigione, di morte e pentimento, evocano luoghi e personaggi diversissimi. Mercanti e artigiani, soldati e sbirri, principi e signori, frati e monache, dame e donne di strada sono le comparse predilette…

Read More

“Questo viaggio chiamavamo amor” di Laura Pariani

10 FEBBRAIO

il 1907 quando Dino Campana fugge da Marradi alla volta di Montevideo e poi dell’Argentina. Dato che di quel viaggio non esistono fonti certe, Laura Pariani ipotizza un percorso che dalle rive del Paran lo porta ai bordelli di Rosario fino ai cantieri ferroviari di Bahia Bianca. Come succeder mezzo secolo dopo al giovanissimo Che Guevara partito a conquistare il mondo su una motocicletta, per il ventenne Dino il vagabondaggio attraverso il Sudamerica a piedi o su mezzi di fortuna -…

Read More

“Amore colpevole” di Sofja Tolstaja

11 FEBBRAIO

Il destino di Sofja Tolstaja (1844-1919), moglie di Lev Tolstoj, fu quello di vivere allombra di un uomo di genio, come spesso accade a una donna di talento. Sofja bruci la sua prima novella (che impression Lev per la sua forza di verit e semplicit) e decise di dedicare tutta la vita al marito, divenendo non solo una devota compagna e madre dei suoi figli, ma anche unattenta lettrice delle sue opere che corresse e trascrisse per lui. Del 1893 invece…

Read More

“Houellebecq economista” di Maris Bernard

12 FEBBRAIO

Per capire a fondo lessenza di uneconomia basata sul libero mercato non c niente di meglio che leggere Estensione del dominio della lotta di Michel Houellebecq. Dalla devastazione post-capitalistica di La possibilit di unisola alla lucida analisi della divisione del lavoro in La carta e il territorio, dalla questione sullutile e linutile in Piattaforma allorrore per il liberalismo economico nelle sue poesie, nessun altro scrittore contemporaneo ha mostrato una pari capacit di comprensione di un mondo cos impregnato di economia. Questo libro…

Read More

“Solo il tempo di morire” di Paolo Roversi

12 FEBBRAIO

Milano, 1972-1984. Un romanzo noir che racconta la lotta di tre banditi per il controllo di Milano e di uno sbirro che cerca di arginare la malavita. Faccia DAngelo, il bandito dagli occhi di ghiaccio e il Catanese si contendono la supremazia di una citt criminale fatta di bische e di gioco dazzardo, di cocaina ed eroina, di bordelli di lusso, di rapine e rapimenti, di bombe e morti ammazzati. La Milano degli anni settanta e ottanta quella della lotta senza…

Read More

“Una vita” di Massimo Fini

12 FEBBRAIO

Lautobiografia di uno dei pi noti e singolari intellettuali del nostro Paese e, insieme, lattraversamento di 70 anni di vita italiana, nei suoi mutamenti antropologici, sociologici, sociali, culturali pi che politici, e di un quarantennio di giornalismo. Un racconto personale, di amori, passioni, amicizie, tradimenti, illusioni e disillusioni, esperienze che sono di tutti in cui il lettore potr facilmente riconoscersi.

Pagine –
Euro 17,00

Read More

“L’angelo Esmeralda” di Don DeLillo

17 FEBBRAIO

Un miracolo nel cuore perduto del Bronx: sul muro della metropolitana, al di sotto di un cartellone pubblicitario, sembra apparire il volto di Esmeralda, una bambina senzatetto assassinata poco tempo prima. Ma un vero miracolo o un’illusione creata dal nostro bisogno di consolazione? Un’apparizione del divino o un fantasma del rimorso di suor Edgar che, nonostante il suo impegno per i bisognosi del quartiere, non riuscita a salvare Esmeralda? Spesso per definire la grandezza di uno scrittore si dice cha…

Read More

css.php