“Amalia” di Giorgia Garberoglio

1 LUGLIO

Mia nonna era unattrice famosa. Unattrice daltri tempi, di quelle sempre sul palcoscenico, anche in casa. Era sempre un personaggio, il suo. In realt non sapevo molto di lei.

Amalia una grande attrice, di quelle per cui il confine tra persona e personaggio sempre incerto. Raramente concede una carezza, ma con la nipote Emma ha un rapporto speciale, racchiuso nei loro racconti sul letto: una storia tra le labbra di Amalia, le scarpe della nonna ai piedi di Emma e un filo di fumo nellaria tra loro. Tuttavia, quando la donna muore, Emma, ormai affermata pittrice, capisce di non aver mai saputo chi fosse davvero: dal diario che la nonna le ha lasciato scopre lAmalia dei giorni della guerra, una giovanissima modista, che vive le sue passioni senza temere il giudizio della gente. UnAmalia diversa da quella che disegnava e cuciva abiti per lei, che stava ore a osservarla dipingere, lAmalia dai collant con la riga e dalla sigaretta sempre in bocca. UnAmalia pi dolce ma sempre decisa, che ha conosciuto un amore assoluto e ha conservato per tutta la vita uno sconcertante segreto.

Pagine 80
Euro 10,00